Atonismo – Monoteismo

Image

Nel XV secolo prima di Cristo, il faraone Amenofis IV introdusse una riforma religiosa di stampo monoteistico in Egitto, il paese da lui governato. Pur non essendovi testimonianza di persecuzioni religiose che avrebbero accompagnato tale riforma, essa produsse la graduale chiusura dei templi della religione tradizionale e l’abbandono obbligatorio del culto degli antichi dei. Amenofi sosteneva l’idea di un unico dio, il sole (Aton), generatore di vita, che con i suoi raggi (rappresentati significativamente come mani protese al fedele) benedice l’umanità. Significativamente Amenofi mutò il proprio nome in uno celebrativo del nuovo dio (Akhenaton) e trasferì la sede del governo ad una nuova città, da lui fondata in onore di Aton (Akhetaton). La sua morte, avvenuta in circostanze non chiarite, segnò la fine della sua riforma, che non era stata intimamente accettata né dal popolo, il quale aveva continuato a praticare gli antichi culti, né dalla casta sacerdotale tradizionale, che non era disposta ad accettare quella diminuzione di potere che sarebbe conseguita con la fine dei culti tradizionali.

Image

La religione nasce dal bisogno dell’uomo di spiegarsi il mondo. La vita, la morte, le calamità naturali, la nascita, il destino… Tutti concetti e realtà che risultano ancora oggi difficili da accettare e comprendere. La religione è una consolazione, una sicurezza. E’ una guida autoimposta per imparare a muoversi nel mondo, per darsi delle tappe e degli obiettivi, per rispondere alle nostre domande.

In questo senso, secondo Marx, la religione ci permette di non pensare, di non riflettere, di guardare alla nostra vita in maniera confortantemente distorta. La religione è un oppio perchè annebbia la mente in modo piacevole, perchè aiuta a dimenticare la crudezza della realtà, perchè è un rifugio per le menti più deboli, perchè unifica i popoli sotto il vessillo di una comune, rassicurante bugia da imbonitori.

Mistero della Fede

Nel cristianesimo un mistero della fede è un concetto religioso che indica una verità rivelata costitutiva della fede cristiana. Due tra esse e precisamente l’Unità e Trinità di Dio e l’incarnazione di Gesù (comprese tutte le altre conseguenze), sono quelle fondamentali alle quali aderiscono tutti i cristiani di tutte le diverse denominazioni.

Nel cattolicesimo con la massima ampiezza e in misura diversa anche nelle altre denominazioni cristiane, altre verità dogmatiche si aggiungono a queste, per costituire tutte insieme il complesso della dottrina, sia pur nelle sue varie accentuazioni e sfaccettature: è il caso ad esempio dei dogmi mariani, oppure dell’azione santificante dei sacramenti.

In questo contesto il termine mistero non ha il significato corrente di argomento incomprensibile o non conoscibile, oppure di fenomeno del quale non si riesce a trovare la causa e la spiegazione. Ha invece il significato di manifestazione di Dio agli uomini, allo scopo di renderli partecipi della sua grazia e della sua vita. Come atto divino, è al disopra della ragione umana, perché nessun uomo può avere una conoscenza piena ed esaustiva di Dio; ma non è contro la ragione, la quale invece, sostenuta e illuminata dalla rivelazione, consente all’uomo una conoscenza analogica e mediata del mistero di Dio.

visione sant agostino

La visione di sant’Agostino, illustrata dal Botticelli , lo raffigura vicino ad un bambino intento a svuotare il mare con una conchiglia. Quando Agostino gli chiede se ci sarebbe mai riuscito, il bambino risponde: “Certo, prima che tu abbia capito l’essenza di Dio.

VEDI https://saragio.wordpress.com/2013/09/26/histoire-africaine-23-settembre/

Continua con:  Interessante https://saragio.wordpress.com/2014/01/14/spiritualita-africana-e-religioni-rilevate/

http://www.aton-ra.com/egitto/religione-antico-egitto/miti-divinita-egizie.html

Annunci

Volenti o Nolenti

,Soros,Rothschid,,Image(questo pd)

Nelle discussioni amo sempre dire: L’Africa agli Africani, l’Arabia agli Arabi, L’Italia agli Italiani con reciproco rispetto delle culture.

Che i nostri governanti Napolitano, Letta, Bonino ecc. fanno parte della massoneria globalista. il Nuovo Ordine Mondiale diretta da Soros Rockefeller Rothschild, lo sanno anche i bambini. Vedi

complotti

Anche l’Esodo dai paesi sub sahariani è noto  già da anni. Forse i nostri politici orma schiavi di Goldman Sachs e del sistema bancario mondiale non vogliono allestire il Piano Kalergi, ma la politica delle frontiere aperte della Kyenge ha i soliti effetti. Si è creato un +++business+++ sulla pelle dei migranti e dell’Italiani.

Il pericolo di infiltrazione fondamentalista è cosi possibile. Ormai anche loro si propagano sui social network e propagano idee integraliste…“Maometto ha accompagnato la ministra Kyenge sul suolo italiano per aprire le porte e gli occhi degli infedeli, la luce di Allah accompagnerà tanti fratelli e non li farà morire nel mare.”…e anti italiane arrivando spesso anche al blasfemo.

blasfemi

Eppure è facile riconoscerli, il simbolo più usato è quello delle quattro dita dei Fratelli Musulmani.

TURKEY-EGYPT-POLITICS-UNREST-PROTEST

 Fa riferimento al massacro del 14 agosto che si è verificato alla moschea di Rabaa, al Cairo: Rabaa, che in arabo significa proprio “quattro”, è dove si trovava il sit-in più grande della capitale in cui si erano radunati i Fratelli Musulmani dal giorno della deposizione di Morsi, e anche quello in cui ci sono stati gli scontri più violenti il 14 agosto

Un altro esempio della situazione attuale:

preghiera

“La luce di Allah si espanderà su tutta l’Europa”

الشقيقة الكبرى كلها من الولايات المتحدةGrande sorella tutta degli Stati Unitisindaco

I nostri politici non possono non sapere certi fatti. Ma tengono più alla loro identità politico finanziaria che all’ identità europea.

http://firmiamo.it/diciamo-no-all-abolizione-della-legge-bossi-fini

P.S. I link sono di vecchi articoli, ma ormai è tanto che questa situazione non solo persiste ma nell’ignoranza generale si amplifica.


“quello stupido velo”

Quando la Fallaci si tolse “quello stupido velo” di fronte all’Ayatollah…

Quando la Fallaci si tolse “quello stupido velo” di fronte all’Ayatollah…

 

Mondo | 24 settembre 2013 – 09:12

ISLAM – Durante un’intevista all’Ayatollah Khomeini, Oriana Fallaci fece un gesto clamoroso: si tolse il velo dopo una risposta stizzita dello sciita.

Da un’intervista di Oriana Fallaci all’Ayatollah Khomeini, 1979:

O.F.Imam, devo chiederle ancora molte cose. Di questo “chador” a esempio, che mi hanno messo addosso per venire da lei e che lei impone alle donne, mi dica: perché le costringe a nascondersi come fagotti sotto un indumento scomodo e assurdo con cui non si può lavorare né muoversi?[…]E comunque non mi riferisco soltanto a un indumento ma a ciò che esso rappresenta: cioè la segregazione in cui le donne sono state rigettate dopo la Rivoluzione. Il fatto stesso che non possano studiare all’università con gli uomini, ad esempio, né lavorare con gli uomini, né fare il bagno in mare o in piscina con gli uomini. Devono tuffarsi a parte con il “chador”. A proposito, come si fa a nuotare con il “chador”?.

A.K.: Tutto questo non la riguarda. I nostri costumi non vi riguardano. Se la veste islamica non le piace, non è obbligata a portarla. Perché la veste islamica è per le donne giovani e perbene.

O.F.Molto gentile. E, visto che mi dice così, mi tolgo subito questo stupido cencio da medioevo.

MS

Incollato da <http://www.mattinonline.ch/quando-la-fallaci-si-tolse-quello-stupido-velo-di-fronte-allayatollah/>