SALUTE ITALIA (con ricetta)

ortaggi

Potrei anche tirarmene fuori visto che dopo una lunga residenza all’estero (tot 30 anni) appena rientrato in Italia mi sono subito dato “alla macchia”.

La crisi economica e politica non mi pesa più di tanto. Però la  nuova povertà generale e i prezzi alle stelle influiscono anche sul mio piccolo budget.

Il problema dell’Euro

nuova moneta

L’Euro non funziona.

“La crisi dell ‘euro,  non è solo una crisi economico-finanziaria ma anche politico-culturale. In un momento di difficoltà la fuga è stata ed è verso il particolarismo perché prevalgono diffidenze ed incomprensioni  reciproche, a volte giustificate a volte no ma la percezione prevale comunque sul reale.”

Analizziamo un po’ questa nostra situation:

Anche le ultime elezioni e la difficoltà di formare un governo hanno evidenziato

italia domani

tre correnti principali.

incubo italia

I “democratici” che per una parte credono ancora nel partito dei lavoratori e altri di ogni livello che vivono del mostro burocratico creato dal ex pc, che si limita a riproporre le ricette stataliste che, ormai  lo sappiamo, non funzionano. I bigotti.

rismacchiato

I berlusconiani che   si basano sulla persona di B., il sogno della ricchezza diventando  Idolatri e in più  impauriti dalla minaccia del comunismo. Invece di rinnovarsi e trovare uno strumento per selezionare  la classe dirigente,  parlano dei problemi di Berlusconi. “L’adulatore è uno schiavo che non è buono per nessun padrone.” Charles-Louis de Montesquieu,

idolatria

Gli adepti del Grillismo basati sullo scontento e senza chiare idee. “Il popolo bue  è sempre alla ricerca dell’uomo (che bercia)(e sputa) forte”. Gli illusi.

grillo casaleggio

Queste tre correnti  creano ciò che temono;  indispongano il mondo e irritano le circostanze.

Tutti sudditi di Goldman Sachs e morte della libertà, dell’iniziativa privata e delle piccole imprese.

Ci stanno traghettando verso un mega stato dove solo pochi “illuminati”  decidono tutto nel loro interesse.

La ricetta per uscirne? (vedi https://saragio.wordpress.com/2013/11/12/pensieri-dalla-macchia/)

-Eliminare i padri padroni  grillobersaniberlusconi

-Rinunciare al consumismo e altre vanità

-Uscire dal sistema capitalista che incentiva i crediti per aumentare l’interessi.

-Soluzione, autosufficienza, indipendenza, federalismo

-Il federalismo  è armonizzare l’unità nella diversità.

-Federalismo, ognuno si occupi del suo Pil.

-Valorizzazione del territorio

-Evitare i prodotti fuori regione.

-Fare un bell’orto raggiungibile in bicicletta.

Tutta salute.

frutti

Vedi https://saragio.wordpress.com/2013/12/17/consumismo-il-vitello-doro/

Estratti da

https://saragio.wordpress.com/2013/02/25/grillo-mix/

http://saragio.blogspot.it/2012/12/piroette.html

https://saragio.wordpress.com/2013/02/28/grande-risultato/

FARE

Nella luna calante di marzo, ultimo tempo per la potatura di frutti tardivi e concimatura.

Semente nell’ orto

Il mese di marzo è una festa per l’orto. Con l’avvicinarsi della primavera è giunto il momento di dedicarsi alla semina degli ortaggi che si vorranno raccogliere nei mesi successivi, fino all’estate. Chi non ha mai coltivato un orto può cogliere l’occasione per iniziare, ora che il timore delle gelate potrà finalmente essere accantonato. Sono sufficienti pochi semi da interrare in un vaso per dare il via ad una vere a propria passione. I vostri primi sforzi saranno ripagati nell’arco di poche settimane

Con l’arrivo del primo tepore primaverile, anche nelle regioni italiane dal clima meno mite è possibile iniziare la semina degli ortaggi che potranno essere raccolti tra la tarda primavera e l’estate, come zucchine, pomodori,melanzane, piselli e peperoni. Chi ha lo spazio adatto a disposizione e vive nelle regioni più calde, potrà provare a cimentarsi nella semina di angurie e di meloni. Carote, ravanelli, rucola, lattuga e patate sono tra gli ortaggi che possono essere seminati tutto l’anno dove il clima è clemente. Non dimenticate di seminare il basilico, così da poter raccoglierne le foglie per preparare pesto gratis fino a settembre o ottobre.

Incollato da <http://www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/9828-marzo-lavori-nell-orto>

E noi chi c’ammazza. Vivo meglio dei politici e “Rocchefeller” Vedrai con le mie tasse campano  poco.

Oggi non c’è potere senza consenso e collaborazione.

Tié!

goldmansachs.jpg_415368877

Sinceri auguri a tutti

Stefano Tamburini / Saragio Tatti

http://www.saragio.wordpress.com

statistica

Da: i Lupi di Einstein

Non sappiamo più come dirlo, non sappiamo più quali parole usare, ma lo ripeteremo fino alla noia

di Giuseppe Turrisi

L’euro è una truffa come lo è la comunità europea in questo stato di cose: ossia sotto la blindatura dei trattati Maastritch, Lisbona, Mes, Fiscal compact, Nato, WTO, ecc.

Non abbiamo più la sovranità di niente se non soltanto quella di decidere chi ci deve prendere per i fondelli per un altro turno (ed in parte nemmeno quella: leggasi porcellum).

Ora se uno è consapevole di essere vittima di una truffa cosa fa?

1) Aspetta perché non è ancora convinto della truffa?

2) Denuncia il truffatore e lo insegue?

3) Si lascia truffare perché in fondo si lasciano truffare tutti?

4) Fa di tutto per uscire dalla truffa e la fa conoscere agli altri?

Sono quattro ipotesi che potrebbero rappresentare uno scenario di gente normale. Già: ma cosa vuol dire normale, in un paese dove l’informazione è orribilmente manipolata?
Il popolo manipolato e stregato dalla politica asservita alla finanza internazionale non si muove. Meglio: è la maggioranza che non si muove.

Se diamo per buono il movimento di Grillo, almeno il 26% di quelli che sono andati a votare sembra si siano svegliati almeno per affermare che così, non si può più andare avanti. Non siamo convinti che siano consapevoli sulle fondamentali (multinazionali, moneta-debito, NWO) ma lo sono di certo sulla cattiva gestione dello Stato (sprechi, ruberie, nepotismo, corruzione, ecc).

In tv si susseguono le varie trasmissioni vomitevoli garanti delle “verità di regime” per continuare a drogare la popolazione.
Sull’euro (truffa) si continua a propagandare che sia la panacea di tutti i mali e guai ad uscire dall’euro! (Meno male che la lista Giannino ha fatto la fine che ha fatto e gli sta bene ad “imprese che resistono” che erano state avvertite per tempo). Se c’è una cosa che uccide le imprese è proprio questo neoliberismo (la ricetta che propagandava proprio il signor Giannino).

Lo stesso Grillo che detta le linee-guida “democratiche” al movimento 5stelle, su questa strada si muove timidamente, non si capisce se per non disturbare la sua base in parte radical verdoide o per non disturbare il potere finanziario, quasi volesse chiedergli il permesso per poterlo attaccare direttamente (magari con un referendum!?).

Perché non dire chiaramente quello che lui sa perfettamente e cioè che l’euro è la causa prima della crisi? Una crisi che è insita al sistema monetario del dollaro e dell’euro. Perché nessuno parla del torvo sistema dell’ emissione monetaria?

La situazione è veramente drammatica. In una società ad alta industrializzazione, far mancare la moneta significa uccidere indirettamente tutti. Una società basata su un sistema a moneta debito in cui il controllo monetario è in mano agli usurai (i mercati) non può che uccidere i suoi sudditi-cittadini per riconoscere gli interessi agli usurai.

Nelle società rurali dove parte dell’economia ancora funziona con cicli estranei alla moneta di sistema, le crisi sarebbero di sicuro meno brucianti e più sopportabili. Ma noi viviamo in uno Stato che si regge su un’economia di produzione e servizi nel quale la moneta viene imposta a corso forzoso accompagnandola con un torchio fiscale di “equi-omicidio-italia”; nel quale il 60% della popolazione vive in città; nel quale l’intera vita si regge sullo scambio di denaro. E dunque qui la crisi non potrà che essere devastante: sarà una nuova ferale strage di stato.

I vecchi partiti, soprattutto quello che si è battuto per portarci in questo sistema di eurousura, fanno di tutto per farci rimanere nell’euro, o per incoscienza o per ignoranza o perchè avendo avuto venduto l’anima all’usuraio non possono più tornare in idetro. Si comportano in modo abominevole, calpestando la stessa dignità dei propri elettori.

Se il resto del popolo scoprisse di chi e cosa è vittima, si monterebbero le ghigliottine di fronte ai “Palazzi” del potere.

Se la gente capisse che il debito, oltre che essere nullo e immorale è già stato pagato al momento stesso dell’emissione della moneta, e che ci stanno derubando il patrimonio pubblico, il patrimonio privato, l’identità, la dignità, la vita, il tempo e la sovranità, domani stesso sarebbe il giorno della rivoluzione e delle forche caudine.

Ma anche questo appello rimarrà chiuso in un blog o su questa pagina di giornale, letto forse da qualche decina o centinaia di cari amici, e così correremo difilato verso il suicidio assistito di massa.

E questo perché, purtroppo, “ognuno in fondo è perso dentro ai fatti suoi” (Vasco), ognuno pensa al proprio orticello rinsecchito e non si accorge che ci stanno suicidando tutti: e con il nostro consenso.

Fonte: Rinascita 14 Marzo 2013

riflessi

 DA NON PERDERE —I PENSIERI DALLA MACCHIA —–CLIC
https://saragio.wordpress.com/2013/11/12/pensieri-dalla-macchia/

<back

Annunci

3 commenti on “SALUTE ITALIA (con ricetta)”

  1. mcc43 ha detto:

    ironia con sorriso, ci voleva grazie.
    ps. quelli che parlano di orto sanno quanta invidia si attirano? !!! Io non posso andare oltre un grosso vaso per avre sempre pronte le erbe odorose

  2. […] altra arma a loro disposizione è i consumismo (3) e la manipolazione attraverso stampa e televisione. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...