-Economia-Posti di lavoro-Rinnovabile o Nucleare?

California:33% di energia dalle rinnovabili entro il 2020


Un impianto Csp in California

18-04-2011La California abbraccia le rinnovabili. E lo fa con forza, alzando il tiro: tra meno di dieci anni, un terzo dell’energia consumata nel ricco stato americano arriverà dalle fonti rinnovabili

La California vira con decisione sulle rinnovabili e ha deciso che entro il 2020 il 33% dell’energia sarà prodotta da fonti verdi. Questo in estrema sintesi ciò che afferma la nuova legge siglata dal governatore dello stato americano Jerry Brown definita la normativa sull’energia da fonti rinnovabili piú ambiziosa degli Stati Uniti. La nuova legge, che entrerà in vigore tra tre mesi, concede una maggiore crescita al settore delle energie pulite rispetto all’ultimo mandato statale che aveva stabilito di raggiungere da settori come l’eolico e il solare il livello del 20%., ha spiegato che «Raggiungere il traguardo del 33% del fabbisogno energetico dal rinnovabile riuscirebbe a ridurre sia l’inquinamento atmosferico sia la dipendenza degli Stati Uniti da instabili fonti di petrolio estere. – ha detto al Los Angeles Times il senatore Joe Simitian, autore della normativa – Inoltre, attraverso il graduale raggiungimento degli obiettivi ecologici la legge porterà vantaggi innanzitutto dal punto di vista occupazionale, riuscendo a creare oltre 100.000 nuovi posti di lavoro nei settori della produzione, dell’installazione e della manutenzione». (s.f.) link-origine

Germania: cinque miliardi di euro nell’eolico per uscire dal nucleare


Germania: avanti tutta sull’eolico

18-04-2011Dopo la tragedia di Fukushima Angela Merkel è stata chiara: “L’era del nucleare è finita”. Per uscirne, però, il Governo ha deciso di investire cinque milardi nello sviluppo degli impianti eolici enelle smart grid
Cinque miliardi di euro nell’energia dal vento per uscire dalla morsa del nucleare. E’ questa la previsione del Governo tedesco a seguito della volontà dichiarata dal Cancelliere Angela Merkel di cambiare le proprie strategie economiche dopo il disastro di Fukushima. E la strada per farlo, potrebbe essere proprio quella dell’eolico. Secondo un nuovo piano energetico studiato dal ministro dell’Economia, Rainer Bruederle e dal ministro per l’Ambiente, Norbert Roettgen, la Germania investirà nei prossimi anni cinque miliardi di euro per lo sviluppo dei parchi eolici lungo la costa settentrionale del paese, ovvero l’aera più ventosa tra quelle individuate.

Il programma prevede quindi di ampliare parchi eolici esistenti, e di realizzarne molti altri di ultima generazione. Non solo: la Germania investirà anche nella progettazione e nella realizzazione di una nuova rete elettrica “intelligente” costituita anche da tralicci dell’alta tensione necessari per trasportare l’elettricità dal Nord della Germania al resto del paese. Sembra inoltre che il Governo tedesco abbia già fissato una serie di incontri con l’Agenzia federale per la protezione della natura, per pianificare strategie condivise per la salvaguardia dei territori nella parte settentrionale del paese. (a.m.)

25 anni dopo Chernobyl

noooooooooooooooooooooooooo!!!

SEGUE

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...