IL RAIS APPARE IN PIAZZA VERDE ED ESORTA IL SUO POPOLO

HOME

AFP 25 febbraio

IL RAIS APPARE IN PIAZZA VERDE ED ESORTA IL SUO POPOLO

Colpo di teatro di Muammar Gheddafi che a sorpresa e’ apparso in pubblico nella piazza Verde del centro di Tripoli per pronunciare un discorso rivolto ad una imponente folla di sostenitori.

”Ecco la voce del popolo”, ha detto il colonnello salutando la piazza. ”Sconfiggeremo i nostri nemici come abbiamo sconfitto il colonialismo italiano”.

”Abbiamo costretto l’Italia a pagare gli indennizzi per la colonizzazione, voi siete i figli di Omar al-Mukhtar, avete vinto contro l’Italia”, ha gridato ancora il leader libico fra le urla della folla. ”Guardate, Europa e America! Guardate, terroristi, cosa e’ capace di fare il popolo libico! – ha aggiunto – E’ questa la rivoluzione, la vera jihad”.

”Muammar Gheddafi e’ in mezzo al suo popolo. Guardatemi, sono fra di voi, ballate, cantate e siate felici”, ha concluso il rais lasciando la piazza che nel frattempo ha dato inizio ai festeggiamenti.


(AGI) Roma – Circa 150 cittadini italiani si stanno imbarcando su due navi militari al porto di Misurata…


Ultim ora
(AGI) Tripoli – Seif al islam, il secondogenito di Muammar Gheddafi ha annunciato che all’esercito e’ stato ordinato di fermarsi per poter avviare negoziati con i “ribelli”. Lo ha dichiarato in un discorso televisivo. Seif afferma di sperare in un accordo pacifico per “domani”. Seif, parlando in inglese con alcunin giornalisti, ha riferito di battaglie in due citta’ occidentali: “A Misrata e Zawiya, abbiamo dei problemi. Stiamo cercando di trovare un accordo con i terroristi. L’esercito ha deciso di non attaccarli per dare loro una chance per negoziare. Auspichiamo che si possa farlo pacificamente domani”, ha concluso il secondogenito del colonnello .



A Lampedusa finora sono sbarcati oltre 6.000 migrantiIl sindaco di Lampedusa: “Basta, la gente ha paura”-www.gds.it
Un’ordinanza che vieta la circolazione dei clandestini sul territorio comunale: “I migranti importunano le nostre donne, fanno i propri bisogni dietro le case, davanti le scuole, di fronte ai bambini”..



Da Krancic Fan Club


LA LETTERA L’EX AMBASCIATORE AMERICANO SPOGLI
«Grati all’Italia, miglior alleato degli Usa»

Sotto il profilo storico, per quanto forti e reciprocamente vantaggiosi siano stati in passato, solo con l’insediamento del governo di Silvio Berlusconi nel 2001-2006 i nostri rapporti politici hanno raggiunto la preminenza di cui godono oggi. L’eccellente rapporto personale tra il presidente Bush e il premier Berlusconi è nato da una visione condivisa delle sfide e delle opportunità a livello globale e del modo migliore per affrontarle. Difatti, l’ascesa dell’Italia ad attore chiave sulla scena internazionale è coincisa con un periodo di intensa collaborazione tra Italia e Stati Uniti che si protrae fino ad oggi ed è stata favorita sul versante italiano in primo luogo dai governi Berlusconi del 2001-2006 e del 2008 fino ai nostri giorni. Benché la coalizione di Prodi del 2006-2008 abbia appoggiato anch’essa la maggior parte degli interventi americani – con l’importante eccezione dell’Iraq – nessuno ha mai sostenuto con pari lealtà e coerenza le posizioni politiche americane come Silvio Berlusconi.
Certo, ci sono state divergenze di opinione su alcune questioni, per lo più riguardanti la Russia, ma non solo. Nel corso degli anni, tuttavia, queste differenze sono state in gran parte superate o sono diventate irrilevanti. Ma nulla di tutto ciò – e tanto meno l’attenzione morbosa dei media su alcuni commenti espliciti contenuti nei cosiddetti cablogrammi segreti – potrà mai mettere in dubbio la stretta alleanza che accomuna l’America e l’Italia, unite nello sforzo di trovare soluzione ai più spinosi problemi del mondo. Per il suo spirito collaborativo, l’America ha un debito di gratitudine nei confronti del premier Silvio Berlusconi.

Ambasciatore Ronald P. Spogli

25 Febbraio 2011
http://www.corriere.it/esteri/11_febbraio_25/spogli-lettera-grati-all-italia_4545108a-40d6-11e0-a0e9-e3433e14003f.shtml

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...