Islamismo-terrorismo in Italia

HOME

.
20:43 24 FEB 2011
(AGI) – Roma, 24 feb – Nel Nordafrica “i fermenti sociali e le forti aspirazioni al cambiamento, amplificati e condivisi sul web, potrebbero far registrare nuovi picchi di contestazione, con tentativi di strumentalizzazione in chiave islamista ed inserimenti di natura terroristica”. Lo scrivono i servizi segreti nella relazione annuale inviata al Parlamento. La relazione, evidentemente non recentissima, non menziona la rivolta in Libia, ma cita i casi di Tunisia ed Egitto. I servizi segreti sono preoccupati per l’attivismo dei circuiti radicali nordafricani in Italia. “Quanto all’attivismo militante – si legge nella relazione – il bacino principale per lo sviluppo di attivita’ di copertura e di sostegno esterno alla causa estremista (propaganda, raccolta fondi, reclutamento) e’ ancora da rinvenire nei circuiti radicali nordafricani, al cui interno, tra l’altro, seguitano ad emergere propensioni individuali ad aggregarsi a formazione combattenti operanti nei Paesi d’origine o in altri territori del jihad”.

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...